Imparare il tedesco con i Podcast

Sia che tu stia iniziando a muovere i primi passi in questa lingua sia che tu voglia semplicemente mantenerti allenato, con questi podcast in tedesco potrai allenare e migliorare la tua comprensione orale dove vuoi e quando vuoi.

Dalle notizie quotidiane a velocità normale o rallentata, a podcast su argomenti di attualità, a veri e propri mini-corsi di lingua: scopri il tuo podcast tedesco preferito.

1) Deutsche Welle 

-Sul sito del giornale tedesco Deutsche Welle esiste un’intera sezione per imparare il tedesco, dove puoi trovare tanti contenuti multimediali tra cui video e, chiaramente, podcast. Dalle mini-serie alle news raccontate a velocità normale o rallentata, i podcast e i video di Deutsche Welle sono suddivisi per livello di competenza e sono completamente gratuiti!

-Coffee Break Languages è un sito che offre corsi di lingua online e podcast gratuiti in varie lingue, tra cui anche il tedesco. Le “serie” di podcast disponibili sul sito sono “German to go“, per muovere i primi passi nella lingua tedesca, e “Coffee Break German Magazine” (CBG Mag.), dedicato a studenti di livello intermedio.

2) Slow German Podcast

Annik Rubens è una giornalista di Monaco che ha deciso di creare podcast per imparare il tedesco. Questi riguardano la cultura e la società tedesca e sono spiegati lentamente, per facilitarne la comprensione. Esistono poi dei “dialoghi” che ripropongono delle conversazioni realistiche tra madrelingua tedeschi – prima recitati lentamente e poi a velocità normale.

3) Deutschlandfunk Nova (Radio)

Sul sito della radio tedesca Deutschlandfunk Nova è possibile ascoltare i programmi andati in onda oppure scegliere il podcast che più ti interessa tra numerose categorie. Film, storia, amore, attualità, media, natura, libri: c’è veramente una vasta scelta.

Questi podcast sono pensati per ascoltatori tedeschi, quindi potrebbero essere più adatti a uno studente con competenze medio-alte.

 

Career Academy di Eurocultura – Webinar gratuiti

Career Academy di Eurocultura propone dei webinar gratuiti per offrire ai giovani opportunità all’estero e per creare una dimensione internazionale nella crescita personale e nella carriera lavorativa.

Un’esperienza all’estero amplia le conoscenze linguistiche, apre alla collaborare in un team interculturale, rafforza la capacità di problem solving e l’autonomia e porta versi una visione globale di sé stessi e del proprio futuro professionale.

Per informazioni riguardo i prossimi corsi in partenza e gli argomenti futuri, consultare il calendario di Career Academy.

Come partecipare

Career Academy si rivolge a genitori, allievi (con minimo 16 anni di età), studenti e neolaureati universitari, lavoratori ed aziende.

La partecipazione agli incontri è gratuita ma è necessario iscriversi attraverso le apposite procedure online e compilando i diversi moduli di iscrizione.

Assegno per il lavoro: front office e Segreteria

Fòrema, in collaborazione con la Regione Veneto, organizza un corso che mira ad approfondire la capacità di segreteria, accoglienza del cliente e del front-office.

I principali argomenti sono:
– principi base di contabilità aziendale;
– fatturazione e prima nota;
– gestione del centralino;
– customer service, gestione dei reclami e accoglienza della clientela;
– tecniche di ascolto, condurre una telefonata e scrivere una e-mail.
– Smistare una telefonata in lingua inglese: regole principali

Il corso durerà indicativamente da: fine Gennaio 2021 fino a Febbraio 2021.

Durata: 72 ore – FORMAZIONE DA DISTANZA –FAD -E’ consigliato avere attrezzatura idonea
Sede di svolgimento: Piattaforma GoTomeeting

 

DESTINATARI E REQUISITI DI AMMISSIONE
Per chiedere l’Assegno per il Lavoro è necessario avere un’età superiore ai 30 anni ed essere disoccupato.
Può richiedere l’Assegno tramite il Centro per l’Impiego anche se beneficia di un sostegno al reddito, come ad
esempio la NASPI.
I requisiti devono essere posseduti al momento della richiesta dell’Assegno per il Lavoro presso il CPI.
L’Assegno per il Lavoro non può essere richiesto se si è già impegnati in percorsi di politica attiva del lavoro o di
formazione finanziati dalla Regione del Veneto o da altro soggetto pubblico.

Per altre informazioni, alleghiamo la locandina qui di seguito –> Locandina

AZIENDA ZERO DI PADOVA, 33 POSTI DI AUTISTA D’AMBULANZA

Requisiti: 
a) Licenza media;
b) Possesso della patente di guida categoria “B” in corso di validità;
c) Cinque anni di esperienza professionale acquisita nel profilo professionale di autista di ambulanza presso pubbliche amministrazioni o imprese private.
Dove va spedita la domanda: 
1. Collegarsi al sito internet: https://aziendazero.iscrizioneconcorsi.it/
2. Cliccare su “pagina di registrazione” ed inserire i dati richiesti.
Contatta l’ente: 
U.O.C. gestione risorse umane – ufficio programmazione delle risorse e procedure selettive di Azienda Zero – tel. 049/877.8314 – 8310 – 8311 – 8186 – 8146 – 8105 – 8115 – 8312 il lunedì ed il giovedì dalle ore 10,00 alle ore 12,00.
www.azero.veneto.it
Prove d’esame: 
– PRESELEZIONE
L’Amministrazione, in base al numero delle domande pervenute, si riserva la facoltà di effettuare una preselezione, con l’eventuale ausilio di aziende specializzate in preselezione del personale.
– PROVA PRATICA:
test di guida e/o esecuzione di tecniche specifiche riguardanti le principali attività e competenze dell’autista di ambulanza.
– PROVA ORALE:
•  verifica della conoscenza del codice della strada e del comportamento di guida dei mezzi di soccorso in varie situazioni,
•  verifica della conoscenza dei requisiti tecnici e delle nozioni di manutenzione dei mezzi di soccorso,
•  verifica della conoscenza delle nozioni generali riguardanti i Servizi di Emergenza e delle nozioni di primo soccorso.
Durante la prova orale sarà accertata la conoscenza della lingua inglese e la conoscenza dell’uso di apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

1° Giornata Nazionale del Servizio Civile Universale

Oggi, 15 Dicembre 2020, si celebra per la prima volta nella Storia della Repubblica Italiana, la Giornata Nazionale rivolta al Servizio Civile Universale!

 

Cosa e’ il Servizio Civile Universale?

Il Servizio civile universale è la scelta volontaria di dedicare alcuni mesi della propria vita al servizio di difesa, non armata e non violenta, della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, attraverso azioni per le comunità e per il territorio.

Il Servizio civile universale rappresenta una importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese.

I settori di intervento in Italia e all’estero nei quali gli Enti propongono i progetti che vedono impegnati gli operatori volontari sono:

  • assistenza
  • protezione civile
  • patrimonio ambientale e riqualificazione urbana
  • patrimonio storico, artistico e culturale
  • educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, dello sport, del turismo sostenibile e sociale
  • agricoltura in zona di montagna, agricoltura sociale e biodiversità
  • promozione della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata; promozione e tutela dei diritti umani; cooperazione allo sviluppo; promozione della cultura italiana all’estero e sostegno alle comunità di italiani all’estero.

Corso di formazione: “Addetto ai servizi di controllo”

L’addetto ai servizi di controllo è una figura normata dai commi da 7 a 13 dell’art 3 della L. 15/07/2009 n. 94, DM
06/10/2009 e DGR 81/2015.
Il progetto si pone l’obiettivo di formare personale addetto all’attività di security dal punto di vista giuridico, tecnico,
metodologico e pratico, secondo le ultime indicazioni legislative (anche anti-Covid) e all’utilizzo dell’apposita
strumentazione.

Gli obiettivi specifici di questa figura professionale sono quelli di eseguire: Controlli preliminari (osservazione sommaria
dei luoghi per verificare la presenza di eventuali sostanze illecite o oggetti proibiti che possano mettere a rischio
l’incolumità o la salute delle persone); Controlli all’atto dell’accesso del pubblico (presidio degli ingressi e
regolamentazione dei flussi); Controlli all’interno del locale (attività generica di osservazione per la verifica del rispetto
delle disposizioni o regole di comportamento).

Il percorso sarà rivolto ad un totale di 64 beneficiari e per favorire il contrasto al Covid 19 sarà erogato in modalità
ONLINE sulle piattaforme ZOOM o Google Meet. La selezione è aperta per n. 63 posti liberi.
Le edizioni totali previste sono 8, per gruppi d’aula di 8 persone con un calendario di 4 ore al giorno per un totale di
massimo 25 giornate formative, a partire dal mese di febbraio 2021.

Il corso prevede, per chi non è in possesso di sostegno al reddito, l’erogazione di un’indennità di partecipazione

REQUISITI DI AMMISSIONE alla SELEZIONE:
– Età superiore ai 30 anni
– Possesso almeno di diploma di scuola media inferiore
– Essere disoccupati o inoccupati (beneficiari e non di prestazione di sostegno al reddito come NASPI, ASDI, ASPI…)
– Disoccupazione di almeno 6 mesi in caso di diploma di scuola professionale o superiore
– Residenza o domicilio in Veneto
– Non essere già beneficiari di altri progetti finanziati dal POR FSE del Veneto 2014-2020
– Non essere stati condannati, anche con sentenza non definitiva, per delitti non colposi
– I cittadini stranieri dovranno consegnare dichiarazione di superamento della prova di lingua italiana rilasciata dalla
Regione del Veneto

Per partecipare alla selezione è necessario inviare la scheda di adesione scaricabile dal sito
http://www.consorzio.reteccs.it/ via fax (049/8055624) o via e-mail (giano@reteccs.org )
ENTRO IL 20 GENNAIO 2021

 

locandina GIANO (1)

10 Dicembre- Giornata Mondiale dei Diritti Umani

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Universal Declaration of Human Rights, UDHR) è il documento ispiratore della legislazione internazionale sui diritti inalienabili dell’uomo, un impianto di norme alla base di molte conquiste civili degli ultimi 70 anni. Eleanor Roosevelt, colei che contribuì in modo decisivo alla sua stesura, la definì “la Magna Carta dell’umanità”.

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani fu adottata il 10 dicembre 1948 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, una data che viene ricordata ogni anno come Giornata Mondiale dei Diritti Umani (Human Rights Day). La sua elaborazione nasce dalla volontà di evitare il ripetersi delle atrocità commesse durante la Seconda Guerra Mondiale, a partire dai genocidi e dai massacri perpetrati dai nazisti. I nuovi capi d’accusa per crimini contro l’umanità avanzati nel Processo di Norimberga avevano evidenziato l’esigenza di rendere, chi si macchiava di atrocità universalmente riconosciute, responsabile e punibile per le proprie azioni, indipendentemente dal silenzio delle leggi del suo Paese.

Chiusura 8 Dicembre Teolo

Si informa che martedì 8 Dicembre 2020 lo Sportello Informagiovani di Teolo rimarrà chiuso.

BUONA FESTA DELL’IMMACOLATA.

Work Experience: disoccupati over 30

La Regione del Veneto ha approvato nuovi percorsi che saranno avviati entro il 15 dicembre 2020

Offrire ai disoccupati con più di 30 anni l’opportunità di aggiornare e rafforzare le proprie competenze attraverso percorsi di formazione e tirocinio che consentano di reinserirsi più facilmente nel mondo del lavoro: è questo l’obiettivo del bando promosso dalla Regione del Veneto per la realizzazione di nuovi interventi di Work Experience.

I percorsi della durata massima di 10 mesi comprendono ore di orientamento, attività di formazione e un periodo di tirocinio in azienda da 2 a 6 mesi, da svolgersi in Veneto oppure in altre regioni italiane o Paesi dell’Unione europea.

Per i tirocinanti che non percepiscono alcun sostegno al reddito è prevista un’indennità di partecipazione pari a 3 euro l’ora.

In base ai fabbisogni formativi e di competenze richiesti dalle imprese possono essere avviate tre diverse tipologie di Work Experience:

  • work experience per l’ingresso nella professione (120-200 ore di formazione);
  • work experience per l’approfondimento delle competenze di una professione (40-120 ore di formazione);
  • work experience per la specializzazione (24-80 ore di formazione).

TUTTE LE INFORMAZIONI AL SITO DELLA REGIONE VENETO

NASpI anticipata: indennità di disoccupazione

Il beneficiario dell’indennità NASpI, che intende avviare un’attività di lavoro autonomo o un’impresa individuale o sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa, può richiedere la liquidazione anticipata in un’unica soluzione dell’importo complessivo della NASpI.

La NASpI anticipata si rivolge ai soggetti beneficiari di indennità NASpI che siano stati licenziati dal 1° Maggio 2015 e che intendano:

  • avviare un’attività lavorativa autonoma;
  • avviare un’impresa individuale;
  • sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa con rapporto mutualistico di attività lavorativa da parte del socio;
  • sviluppare a tempo pieno e in modo autonomo l’attività autonoma già iniziata durante il rapporto di lavoro dipendente che, essendo cessato, ha dato luogo alla NASpI (articolo 8, decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22).

ulteriori info al sito INPS